Dopo avere provato varie modalità di consumo delle alghe, posso dire che le mie preferite sono senza dubbio le alghe fresche sotto sale in quanto la consistenza, il profumo, il sapore sono quelli più simili alle alghe appena raccolte. Oltretutto hanno il vantaggio di un tempo di conservazione in frigorifero di alcuni mesi.

 Se deciderai quindi di provare le alghe fresche sotto sale, cosa che ti consiglio vivamente, ecco allora alcune semplici istruzioni per la loro preparazione prima dell’utilizzo in cucina.

Tieni prima di tutto in considerazione che: 

  • il peso delle alghe salate è circa il 10% in più del peso post dissalazione, a parte le alghe Wakame che solitamente aumenta fino al 50%
  • la dissalazione è necessaria prima del consumo
  • mai dissalare le alghe sotto acqua corrente, per non disperderne il sapore
  • se hai dissalato troppo puoi risalare le alghe immergendo nuovamente le alghe in acqua e aggiungendo sale finché smette di sciogliersi.
  • a parte le alghe Nori, tutte le altre necessitano di almeno 2 lavaggi
  • ogni 100-120 g di alghe, utilizzare 1 L di acqua per ogni lavaggio
  • con la pratica, prenderai dimestichezza con la dissalazione di ogni tipo di alga, in base al tuo gusto personale

1)   Fasi di dissalazione delle alghe Nori (Porphyra umbilicalis) 

alghe nori

Per 100 g di alghe 

  1. Riempire 1 contenitore con 1 litro di acqua
  2. Prendere in mano 100 g di alghe (circa una manciata)
  3. Immergere la lattuga di mare nel primo contenitore e mescolare con la mano per circa 15 secondi affinché il sale cada sul fondo.
  4. Raccogliere con la mano le alghe e strizzarle delicatamente per rimuovere lo iodio in eccesso
  5. A questo punto io le assaggio per provare il livello di sapidità. Di solito 1 lavaggio è sufficiente, in caso contrario faccio un 2° lavaggio come sopra. Se invece sono troppo insipide è possibile salare nuovamente le alghe come indicato nel punto 1) d.

 Ora le alghe sono pronte per essere cucinate.

 Vedi il video in francese a questo link: https://youtu.be/ZJYvjRw0uVs

 

2)   Fasi di dissalazione delle alghe Lattuga di mare (Ulva lactuca)

lattuga di mare fresca

Per 100 g di alghe

  1. Riempire 2 contenitori con 1 litro di acqua ciascuno
  2. Prendere in mano 100 g di alghe (circa una manciata)
  3. Immergere la lattuga di mare nel primo contenitore e mescolare con la mano per circa 15 secondi affinché il sale cada sul fondo.
  4. Raccogliere con la mano le alghe e strizzarle delicatamente per rimuovere lo iodio in eccesso
  5. Ripetere l’operazione nel secondo contenitore e lasciare riposare le alghe per almeno 10 secondi
  6. Raccogliere e strizzare nuovamente le alghe.
  7. A questo punto io le assaggio per provare il livello di sapidità. Di solito 2 lavaggi sono sufficienti, in caso contrario faccio un 3° lavaggio come sopra. Se invece sono troppo insipide è possibile salare nuovamente le alghe come indicato nel punto 1) d.

 Ora le alghe sono pronte per essere cucinate.

 Vedi il video in francese a questo link: https://www.youtube.com/watch?v=ipqXrRpNYuo&t=2s

 

3)   Fasi di dissalazione delle alghe Dulse (Palmaria palmata)

alghe dulse

Per 100 g di alghe

  1. Riempire 2 contenitori con 1 litro di acqua ciascuno
  2. Prendere in mano 100 g di alghe (circa una manciata)
  3. Immergere la Dulse nel primo contenitore e mescolare con la mano per circa 15 secondi affinché il sale cada sul fondo.
  4. Raccogliere con la mano le alghe e strizzarle delicatamente per rimuovere lo iodio in eccesso
  5. Ripetere l’operazione nel secondo contenitore e lasciare riposare le alghe per almeno 20 secondi
  6. Raccogliere e strizzare nuovamente le alghe.
  7. A questo punto io le assaggio per provare il livello di sapidità. Di solito 2 lavaggi sono sufficienti, in caso contrario faccio un 3° lavaggio come sopra. Se invece sono troppo insipide è possibile salare nuovamente le alghe come indicato nel punto 1) d.

Ora le alghe sono pronte per essere cucinate.

Vedi il video in francese a questo link: https://youtu.be/iyMhmyjH6os

 

4)   Fasi di dissalazione delle alghe Wakame (Undaria pinnatifida)

alghe wakame

Per 100 g di alghe

  1. Riempire 2 contenitori con 1 litro di acqua ciascuno
  2. Prendere in mano 100 g di alghe (circa una manciata)
  3. Immergere la Wakame nel primo contenitore e mescolare con la mano per circa 15 secondi affinché il sale cada sul fondo.
  4. Raccogliere con la mano le alghe e strizzarle delicatamente per rimuovere lo iodio in eccesso
  5. Ripetere l’operazione nel secondo contenitore e lasciare riposare le alghe per almeno 3-4 minuti.
  6. Raccogliere e strizzare nuovamente le alghe.
  7. A questo punto io le assaggio per provare il livello di sapidità. Di solito 2 lavaggi sono sufficienti, in caso contrario faccio un 3° lavaggio di 1-2 minuti. Se invece sono troppo insipide è possibile salare nuovamente le alghe come indicato nel punto 1) d.

Ora le alghe sono pronte per essere cucinate.

Vedi il video in francese a questo link: https://www.youtube.com/watch?v=RPs5Njdb-9A&t=61s

 

5)   Fasi di dissalazione delle alghe Spaghetti di mare (Himanthalia elongata)

alghe spaghetti di mare

Per 100 g di alghe

  1. Riempire 2 contenitori con 1 litro di acqua ciascuno
  2. Prendere in mano 100 g di alghe (circa una manciata)
  3. Immergere gli Spaghetti di mare nel primo contenitore e mescolare con la mano per circa 15 secondi affinché il sale cada sul fondo.
  4. Raccogliere con la mano le alghe e strizzarle delicatamente per rimuovere lo iodio in eccesso
  5. Ripetere l’operazione nel secondo contenitore e lasciare riposare le alghe per almeno 4-5 minuti.
  6. Raccogliere e strizzare nuovamente le alghe.
  7. A questo punto io le assaggio per provare il livello di sapidità. Di solito 2 lavaggi sono sufficienti, in caso contrario faccio un 3° lavaggio di 1-2 minuti. Se invece sono troppo insipide è possibile salare nuovamente le alghe come indicato nel punto 1) d.

Ora le alghe sono pronte per essere cucinate.

Vedi il video in francese a questo link: https://youtu.be/VFVE0S9aOXU

 

6)   Fasi di dissalazione delle alghe Kombu Royal (Laminaria Saccharina)

alghe kombu royal

Per 100 g di alghe

  1. Riempire 2 contenitori con 1 litro di acqua ciascuno
  2. Prendere in mano 100 g di alghe (circa una manciata)
  3. Immergere la Wakame nel primo contenitore e mescolare con la mano per circa 15 secondi affinché il sale cada sul fondo.
  4. Raccogliere con la mano le alghe e strizzarle delicatamente per rimuovere lo iodio in eccesso
  5. Ripetere l’operazione nel secondo contenitore e lasciare riposare le alghe per almeno 4-5 minuti.
  6. Raccogliere e strizzare nuovamente le alghe.
  7. A questo punto io le assaggio per provare il livello di sapidità. Di solito 2 lavaggi sono sufficienti, in caso contrario faccio un 3° lavaggio di 1-2 minuti. Se invece sono troppo insipide è possibile salare nuovamente le alghe come indicato nel punto 1) d.

Ora le alghe sono pronte per essere cucinate.

Vedi il video in francese a questo link: https://youtu.be/nFYWvNsoYdM